project
king
press
EMILIANO BIANCO
LA REPUBBLICA fotogallery
vari Autori
ROSA ORLANDO
SABRINA SIMILI
VITO DE GREGORIO
PANTALEO MAGARELLI
gallery
HOME
contatti
contatti
La regina e il medico di corte decidono la prematura scomparsa del re e della sua nuova consorte allo scopo di preservare lo stato economico del regno. Invitano a corte i rappresentanti del popolo (il pubblico) per condividerne scelte e motivazioni. Attraverso una sequenza serrata di battute recitate e cantate, il re saprà, forse, trovare una via d’uscita.Ispirato ad un lavoro di Eugène Ionesco, lo spettacolo-commedia intende coinvolgere il pubblico in una dimensione surreale dove il cambiamento di alcuni paradigmi suggerisce una diversa visione della realtà.E’ un percorso di speranza che viene descritto anche utilizzando i versi di grandi opere letterarie e musicali, inseriti nella scena in lingua originale. Lo stile si rifà al genere anglosassone definito “Steampunk”, termine coniato dallo scrittore Kevin Wayne Jeter nel 1987.Le musiche sono originali e scritte appositamente per lo spettacolo da Antonio Minelli con inserti di chitarra realizzati da Rodolfo Zagari. Altri 3 brani sono stati realizzati da Lucilla Galeazzi, Herbert Pagani e Anthony Newley.
+39 333 1776789
home
sipario
trailer
gallery
progetto
La regina e il medico di corte decidono la prematura scomparsa del re e della sua nuova consorte allo scopo di preservare lo stato economico del regno. Invitano a corte i rappresentanti del popolo (il pubblico) per condividerne scelte e motivazioni. Attraverso una sequenza serrata di battute recitate e cantate, il re saprà, forse, trovare una via d’uscita.Ispirato ad un lavoro di Eugène Ionesco, lo spettacolo-commedia intende coinvolgere il pubblico in una dimensione surreale dove il cambiamento di alcuni paradigmi suggerisce una diversa visione della realtà.E’ un percorso di speranza che viene descritto anche utilizzando i versi di grandi opere letterarie e musicali, inseriti nella scena in lingua originale. Lo stile si rifà al genere anglosassone definito “Steampunk”, termine coniato dallo scrittore Kevin Wayne Jeter nel 1987.Le musiche sono originali e scritte appositamente per lo spettacolo da Antonio Minelli con inserti di chitarra realizzati da Rodolfo Zagari. Altri 3 brani sono stati realizzati da Lucilla Galeazzi, Herbert Pagani e Anthony Newley.
+39 333 1776789 comunicazioni@happysteamdeadmrking.eu